Il metodo Caputo spiegato in 4 mosse

26 settembre 2020

Mulino Caputo da 100 anni è un'azienda trasparente che ha fatto della natura il suo più importante strumento di lavoro.

Cosa rende uniche le farine di Mulino Caputo? Il metodo naturale di lavorazione. Qui ti sveliamo i nostri segreti centenari in pochi step


Per qualunque prodotto unico nel suo genere si grida sempre al "segreto", a caccia di quel quid in più che svela il mistero dell'eccellenza.
Mulino Caputo di segreti non ne ha. Ma da 100 anni è un'azienda trasparente che ha fatto della natura il suo più importante strumento di lavoro.


Il metodo per produrre le farine del Mulino Di Napoli perciò si può riassumere in 4 step


  • 1) Scelta attenta dei migliori grani italiani ed europei. Selezioniamo infatti grani privi di tossine, muffe, pesticidi. La qualità delle materie prime consente di eleminare qualunque step di lavorazione non naturale.
  • 2) studio. Per produrre farine specifiche per ogni esigenza artigiana occorre mettere in relazione tipi di colture per singole caratteristiche di prodotto da raggiungere.
  • 3) Usiamo esclusivamente Grano. Quindi niente enzimi, additivi, glutine Extra.
  • 4) E per finire tutto questo lavoro di selezione viene completato da una macinazione molto lenta che rispetta le caratteristiche organolettiche di ogni singolo Chicco. Per scoprire di più sulla tecnica di macinazione lenta leggi qui


Il risultato?
Lo scopo di Mulino Caputo è produrre farine che si adattino a specifiche esigenze di lavorazione e che siano performanti durante tutto il processo artigianale dall'aggiunta dell'acqua alla fine della cottura.