Lievito Secco Attivo di Mulino Caputo: come, dove, quando e perché.

16 settembre 2019

Cos’hanno in comune lievito e farina? Come si produce il lievito secco? E perché un Lievito Secco Attivo?

Quali sono gli ingredienti di una perfetta lievitazione? La farina non basta! Oltre alle tecniche più raffinate dell’arte bianca, il grande protagonista di questo incredibile processo naturale è il lievito. Scopri perché quello secco Attivo di Mulino Caputo può diventare il miglior amico delle tue ricette!


Cos’hanno in comune lievito e farina?
Non solo sono i protagonisti di ogni processo di lievitazione ma entrambi nascono dopo un processo di coltivazione: quello del grano per la farina e dei ceppi di Saccharomyces cerevisiae, per il lievito.


Come si produce il lievito secco?


Il lievito secco attivo di Mulino caputo infatti altro non è che lievito di birra prodotto da un ceppo rigorosamente selezionato e made in Italy e nutrito solo con melasso italiano: un particolare tipo di zucchero ricavato dalla barbabietola e dalla canna da zucchero.


E’ proprio grazie a questo nutrimento e all’ossigeno che le cellule del lievito iniziano a riprodursi e a moltiplicarsi. Questo processo si chiama fermentazione.


Dopo la fermentazione il lievito viene separato dal melasso e prima sottoposto a lavaggio per eliminare le impurità, poi centrifugato e alla fine disidratato e ridotto in micro - granuli.


Quindi proprio come la farine anche il lievito è un prodotto assolutamente naturale!



La produzione del Lievito secco attivo di Mulino Caputo, quindi è l’ultimo tassello della Rivoluzione del Mulino di Napoli, che partendo dalla differenziazione delle farine e passando per la selezione di grani sempre più performanti in modo da ridurre a zero l’uso della chimica, vuole aiutare gli artigiani a perfezionare i procedimenti di lievitazione per ottenere prodotti sempre più leggeri e digeribili.


Ma perché un Lievito Secco Attivo?


Fresco, secco, liquido in fatto di lievitazioni naturali le scelte possibili sono tante!
Ma i vantaggi di un prodotto Secco e immediatamente attivo,senza bisogno di ulteriori passaggi di lavorazione, sono davvero indiscutibili.


Eccone alcuni:


  • La conservabilità - eliminando l’acqua attraverso il procedimento di disidratazione, si allunga la shelf life del prodotto che può arrivare fino a 24 mesi,
  • La praticità- la confezione pensata da Mulino Caputo è compatta (la commercializzazione è in barattoli da 100 gr) richiudibile e non necessita di particolari accorgimenti nella conservazione.
  • La stabilità - Il lievito fresco lavora soprattutto nelle prime 2 ore di messa a riposo dell’impasto, mentre il lievito secco ha un’azione più lenta, ma più costante nel tempo.
  • Il risparmio - del lievito secco se ne può usare un terzo rispetto a quello fresco.
  • Oltre questi vantaggi il lievito secco attivo di mulino caputo è naturalmente privo di glutine e lattosio!


Il lievito secco Attivo di Mulino Caputo è adatto ad ogni tipo tipo di impasto e lievitazione, ma il suo matrimonio più felice e con le farine della linea Nuvola del Mulino di Napoli.
L’azione combinata dei pre-fermenti di Nuvola e Nuvola Super e del potere del Lievito Secco Attivo dà come risultato un impasto impalpabile, digeribile, perfettamente masticabile... in una parola scioglievole!