Una pizza per l’Estate 2018: la bella stagione della pizza si tinge di rosa

18 agosto 2018

Una pizza per l'estate 2018: 7 pizze per 7 regine. Scopriamo insieme la bella stagione dell'arte bianca targata Mulino Caputo.

Un’edizione tutta al femminile quella targata 2018 di Una Pizza per l'Estate, l'evento targato Mulino Caputo che ieri 3 maggio ha inaugurato la bella stagione della pizza nel forno a legna del Ristorante Rosiello, a Napoli.

7 “maestre pizzaiuole” hanno illustrato le grandi novità della stagione più fresca e fantasiosa con una rosa di specialità targate Mulino Caputo.

Nell’elegante cornice della terrazza di Rosiello a Posillipo si è svolta l’ultima edizione di Una Pizza per l’Estate, l’attesissimo evento che offre ai maestri pizzaiuoli la possibilità di confrontarsi con la loro creatività e dar vita a nuove ricette inedite.

Quest’anno la kermesse tutta al femminile ha regalato grandi capolavori, divertendosi, oltre che con gli ingredienti, anche con gli impasti, spaziando tra le fragranti varietà delle farine di Caputo – Il Mulino di Napoli.

La scelta ha potuto spaziare dal rispetto per la tradizione, alle esigenze dettate dalle intolleranze al glutine. Il risultato? Un arcobaleno arcobaleno di novità gourmet.


Giorgia Caporuscio, maestra pizzaiola viene direttamente da New York, dove gestisce la sua pizzeria Kesté. Per la sua Americana ha utilizzato una farina Tipo 1.

“Abbiamo deciso da circa un anno di utilizzare solo La Tipo 1, per poter restituire ai nostri clienti un sapore autentico, come quello dei mulini di 80 anni fa” racconta la Caporuscio. La sua farcitura invece prevede un letto di ricotta di bufala campana, con pomodoro Cimelio marinato con spezie, con un trionfo di fiori di zucca, con aggiunta di mozzarella di bufala per riprendere la cremosità della ricotta, ed infine una grattugiata di Caciocavallo Siliano podolico."


In questa sfilata in “rosa” non poteva mancare la campionessa mondiale Teresa Iorio, che quest’anno ha presentato Femmena e Fritta Nerana. Si tratta di un ripieno fritto, con un cuore di provola filante e limone grattugiato. La superficie è guarnita con ciuffi di ricotta, pepe, menta limone, carpaccio di zucchine e scaglie di Caciocavallo. Per la sua creazione, la Iorio sposa la tradizione, con una SaccoRosso.


Maria Carmela Scola si ispira al suo paese d’origine Agropoli, per la sua proposta, che ha chiamato Raggi di Sole con Sorpresa. La sorpresa è nei “fiorilli” ripieni di ricotta di bufala dop e alici di Menaica, tipiche di Agropoli, adagiati su un letto di fiordilatte e pomodorini del piennolo gialli e rossi, infine guarnita con vongole. L’impasto prediletto dalla Scola è base di Cuor di Cerali Caputo, con segale, semi di lino, semi di girasole.

“Un impasto –spiega Maria Carmela- innovativo rispetto ai classici. Ufficialmente non verace pizza napoletana, che richiede una farina per lo più 00. Però se andiamo indietro nel tempo, penso che le nostre nonne impastavano farine Integrali”.


La celebre Assunta Pacifico, meglio nota come ‘A figlia d’ ‘o Marenaro, ha presentato ad Una Pizza per L’Estate la sua ‘O Sole ‘e Napule. Assunta, baluardo della tradizione, non poteva che prediligere la SaccoRosso per un sapore più deciso. L’impasto è stato poi condito con carpaccio di gamberi e di polpo, mozzarella peperoncino e pomodoro del piennolo giallo.


A dar voce al mondo gluten free anche la FioreGlut di Caputo, per una focaccia senza glutine, ricoperta da un letto di rucola selvatica, della stracciata, polvere di menta, alici marinate di Cetara , limone di Sorrento e olio Ravece, infine decorata con fiori eduli per dare un tocco di eleganza al femminile.

È la Fresca di Sara Palmieri, professionista della pizza senza glutine. “Sono celiaca, quindi mi sono specializzata nella lavorazione di impasti a base di FioreGlut, che richiedono circa 36 ore di lievitazione… e questo è il risultato”, racconta Sara, mostrando la sua pizza per l’estate.


Per l’edizione 2018 anche il prezioso contributo di Isabella De Cham, che fatto della pizza fritta il suo unico credo. Quest’anno la De Cham propone Mosaico, una pizzetta fritta decorata con ciuffi di ricotta di fuscella, insaporita con bottarga di muggine, zesta d’arancia, basilico e un po’ di pepe rosa. Per realizzarla Isabella ha scelto un classico impasto: 66% di idratazione con la Caputo SaccoRosso.


Si conclude con la Baltica, di Marzia Buzzanca, farcita con limoni di Sorrento, salmone in quenelle su base di mozzarella e rucola con una morbida maionese fatta in casa e gelato alla vodka. Il tutto adagiato su di un impasto preparato con Farina Ricca, Tipo 1 e Cuor di Cerali.


Insomma quest’anno le proposte dell’estate spaziano tra stuzzicanti ricette innovative, che grazie alla varietà delle linee Caputo, hanno potuto contare su infinite possibilità di combinazioni degli impasti e delle basi con ingredienti freschi, e assortimenti che fanno appello alle primizie di stagione.

Adesso abbiamo un altro motivo in più per aspettare la bella stagione, anzi, 7.