​Gli Chef e la cucina napoletana e Mulino Caputo

23 luglio 2021

100 ricette interpretate da 50 personalità della cucina campana: cuochi, pizzaioli , gourmet, affermate o emergenti: questo è il segreto del " Gli chef e la cucina napoletana" il testo allegato al Il Mattino e patrocinato da Mulino Caputo già due volte sold out

La nuova mappa della cucina tradizionale ha un nome : "Gli chef e la cucina napoletana" e un cognome quello di Mulino Caputo da cui è patrocinato questo vademecum allegato al quotidiano Il Mattino e già 2 volte sold out. Vediamo qualche dettaglio


100 ricette interpretate da 50 personalità della cucina campana: cuochi, pizzaioli , gourmet, affermate o emergenti: questo è il segreto del " Gli chef e la cucina napoletana" il testo allegato al Il Mattino e patrocinato da Mulino Caputo già due volte sold out nelle edicole nostrane.
Una raccolta di piatti tradizionali e cult, poveri e gourmet curata da Santa di Salvo e Luciano Pignataro che sta spopolando tra gli appassionati di food della Campania e non solo.


Mulino Caputo ancora una volta si pone come bandiera della tradizione mettendo la sua firma su un testo che festeggia le riapertute dei locali italiani e campani e il ritorno alla convivialità dopo mesi di chiusura forzata.


Cosa sarebbe del resto Napoli senza l'accoglienza e la generosità che ha sempre contraddistinto la città persino nei suoi periodi più drammatici?


Una carrellata di piatti dall'antipasto al dolce passando per pane e sfizi: non manca niente nelle 144 pagine del testo redatto in collaborazione con i più grandi nomi del panorama gastronomico partenopeo.


Le ricette infatti recano le firme di personalità come Gennaro Esposito, Lino Scarallo, Peppe Guida ma anche Gino Sorbillo , i fratelli Salvo ,Teresa Iorio e non mancano i dolci di Sal De Riso.


Un vero e proprio coro polifonico con le voci più rappresentative della tradizione gastronomica a tavola all'ombra del Vesuvio, non poteva che essere messo insieme dall'ingrediente per eccellenza di Napoli in cucina: la farina , che con la giusta tecnica riesce a trasformare un pugno di acqua, sale e lievito nel piatto più mangiato del mondo.