La nostra precisa scelta è quella della macinazione a cilindri di ghisa e di un processo chiamato “abburrattamento”, perché è il modo reale di ottenere una farina con granulometria davvero ben calibrata (necessaria per rendere stabili i risultati) e di conservare le proprietà nutrizionali del grano. Altri tipi di trattamento sono traumatici per i chicchi, e rischiano seriamente di disperderne le qualità nutrizionali. La macinazione che scegliamo è lenta per permettere alle farine di restare fredde e non perdere i nutrienti (altri metodi come la macinazione a pietra riscaldano il prodotto con l’attrito). Caputo sceglie il progresso tecnologico per rispettare al 100% la tradizione: parola di Mugnai!